Questi dolci… Che fatica!

Marzo 16, 2018

Se la vostra cena deve per forza finire con un dolcino, se sul divano davanti alla televisione non manca mai un biscotto, se non andiamo a dormire senza un pezzetto di cioccolato…non disperatevi…non siete gli unici!

La cosa importante è capire perchè non riusciamo a farne a meno!

  • Il vostro pasto è troppo salato e quindi il corpo cerca di ritrovare una situazione di equilibrio, proviamo a diminuire il sale aiutandoci con l’utilizzo di spezie, aggiungeremo gusto ma in modo più salutare.
  • Più dolci mangi e più ne vorrai mangiare! I cibi raffinati innescano un circolo vizioso negativo: un picco di glicemia alto ha come conseguenza un picco alto di insulina, che abbasserà velocemente lo zucchero nel sangue, ne conseguirà un veloce svuotamento gastrico e sopraggiungerà la nuova voglia di zuccheri!
    Arricchiamo, invece, i nostri piatti di fibra (verdura e cereali integrali non raffinati) e la nostra sazietà durerà più a lungo.
  • Se mangi troppo velocemente il tuo cervello non avrà il tempo di inviare i segnali di sazietà e finirai per mangiare più di quello che realmente il tuo corpo richiede.
  • Spesso il dolce acquisisce un significato maggiore che quello di semplice finepasto,non di rado sfoghiamo il nostro stress sull’ alimentazione e se la giornata è andata storta cosa c’è di meglio che un piccolo dolcino per migliorarla? Ma se il dolcino del lunedì si accumula a quello del martedì, e del giorno dopo e ancora dopo … si finisce per accumulare chili, di sicuro non ben accetti!

Quindi primo passo: focalizziamo la nostra attenzione sull’immagine della piramide alimentare, dove sono i dolci? Non a caso ne occupano il vertice, questo significa che il dolce va bene, ma solo se rappresenta un piacere eccezionale e non quotidiano.
All’inizio potremmo trovare qualche difficoltà, ma è semplicemente perché si tratta di costruire una nuova abitudine.

Innanzitutto miglioriamo i nostri pasti, piatti più equilibrati, sempre con una buona porzione di cereali integrali e verdura.
Possiamo ricorrere anche a qualche stratagemma come lavarsi i denti immediatamente dopo aver mangiato, oppure sostituire l’abitudine del dolce con una nuova abitudine, per esempio con una bella tisana, ricca di proprietà ma povera di calorie.
Altra questione è quella legata ai cosiddetti “sgarri”, in cui ci concediamo ogni tanto qualche dolce, sebbene non sia previsto dal nostro programma alimentare. Nessun pericolo: ricordiamoci che qualche piccolo sgarretto possiamo accettarlo senza pensare di aver mandato a monte tutti i nostri sacrifici! Quando si cade, ci si rialza e si continua a camminare per la strada che abbiamo deciso di intraprendere, senza mollare! L’importante, dunque, se si sgarra, è farlo con consapevolezza.
Mangiar bene…per vivere al meglio!

Lascia un commento

Per condividere le tue esperienze e anche lasciare i tuoi commenti